LETTERA APERTA A “SERGIO MATTARELLA” PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

LETTERA APERTA A “SERGIO MATTARELLA” PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Da Parte di: MARIA TERESA MANTA

Scrittore e poeta, critica letteraria, collaborazione giornalistica, radio. Direttore Internazionale- Vice segretario presidenziale – Direttore responsabile per il segretario generale dell’ UNIONE MONDIALE DEI POETI- Admin di Hawaii – stato di Washington- Oregon – California – Nevada – Utah – Arizona – Tennessee – Texas – Florida – città di Orlando – Madacascar – India – Nord Africa – Francia – Woord Union of Balcans – Unione Mondiale dei Poeti – Poeti del Monte Bianco e delle vette d’Italia – Danimarca – Woord Union of poets”Peace on in U.M.P del cav. SILVANO BORTOLAZZI “CAV. SILVANO BORTOLAZZI – PRESIDENTE FONDATORE E PRESIDENTE GENERALE INTERNAZIONALE DELL’UNIONE MONDIALE DEI POETICAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA (PER LA POESIA) presso Scrittore, vive a Recco. (Biografia: http://www.rapallotoday.com/silvano-bortolazzi-biografia/20550/ Notizie e siti: https://www.facebook.com/Cav-Silvano-Bortolazzi-Poeta-e-scrittore-697390223646160 https://www.facebook.com/silvano.bortolazzi

http://www.facebook.com/pages/Maria-Teresa-Manta/109541015836529

https://www.linkedin.com/…/maria-teresa-manta-scrittore-831…

 

CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA (PER LA POESIA) SILVANO BORTOLAZZI (POETA E SCRITTORE) – PROPOSTO IN TRE OCCASIONI AL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA (UNA VOLTA DA PUBBLICHE ISTITUZIONI ITALIANE E DUE VOLTE DAL GOVERNO DEL VENEZUELA) – POETA ONORARIO DEL COMUNE OLIMPICO DI SESTRIERE – AUTORE DELLA LIRICA, TITOLO DELL’OPERA, VINCITRICE DEL 5° FESTIVAL DELL’ARTE DEL RITRATTO DI MOSCA (PALAZZO CENTRALE DEGLI ARTISTI DI MOSCA) – PRESIDENTE FONDATORE E PRESIDENTE GENERALE INTERNAZIONALE DELLA SCUOLA DI POESIA – SCHOOL OF POETRY – UNIONE MONDIALE DEI POETI.Ill.mo sig. Presidente

mi permetto di scriverle e mi scuso del tempo che le faccio perdere, ma interessandomi abbastanza di   cultura e società, seguo molto i nostri scrittori e poeti e quando poi vengo a trovarmi a contatto con menti eccelse, poeti di molto interesse a livello non solo nazionale ma anche mondiale, non posso fare a meno di chiedermi perché, avendo la fortuna di avere nella nostra bella e illustre Italia dei grandissimi nomi, rimaniamo insensibili e assenti, quasi non c’importasse di quello che possediamo e di cui e basta andare sui social culturali per avere la conferma. Ma le autorità, che dovrebbero essere le prime ad interessarsi a questi nomi perché sono apatiche e indifferenti, c’è qualcosa che non va, ma cosa mi chiedo?

Abbiamo un uomo che, a soli 38 anni di età, è stato nominato cav. per la poesia. Un poeta che non è rimasto fermo a crogiolarsi dell’onorificenza giustamente meritata ma che al contrario HA CREATO UN MOVIMENTO CULTURALE a portata MONDIALE ”W.U.P. UNIONE MONDIALE DEI POETI”,che occupa i 2/3 di Facebook e nasce con l’intento di portare la PACE in tutto il mondo servendosi della CULTURA, NELLO SPECIFICO DELLA POESIA, che ha Gallerie in tutto il mondo e di cui fanno parte un grande numero di letterati di tutti i livelli, che riceve giornalmente riconoscimenti dalle più grandi e prestigiose figure culturali e non, del mondo. Candidato 4 volte al PREMIO NOBEL e noi che facciamo? Rimaniamo impassibili, ma si può?

FORSE IN ITALIA SE SI E’ POVERI NON SI VIENE CONSIDERATI? I TITOLI, I PREMI, LE CANDIDATURE VANNO DATI A CHI LI MERITA O A CHI HA IL DENARO PER COMPRARE E CORROMPERE?

Il cav. Silvano Bortolazzi, GRANDE POETA, SCRITTORE E MECENATE è un uomo povero che crede nella sua ITALIA, che ha creato una potenza culturale nel mondo SENZA ALCUN UTILIZZO DI DENARO, CHE SOGNA AMORE E FRATELLANZA TRA TUTTI GLI UOMINI DEL MONDO!!!

Il nostro cav. SIVANO BORTOLAZZI, onorato e stimato IN TUTTO IL MONDO, non crede che meriti anche il rispetto e il più alto riconoscimento che si possa dare a un GRANDE POETA?

Gli attori recitano di tutto, anche le poesie e ci mettono tutta la loro bravura, loro interpretano e sono bravi. E’ IL LORO LAVORO CALARSI NELLE VESTI DEI COPIONI CHE INTERPRETANO.

I POETI PARTORISCONO LE LORO EMOZIONI, LE LORO PAROLE NON SONO SUGGERITE DA NESSUNO, NON SONO UN COPIONE DA LEGGERE, NASCONO NEL LORO CUORE, SALGONO SU, SI APPROPRIANO DELLA PENNA E, SU UN ANONIMO FOGlIO BIANCO IMPRIMONO PAROLE CHE SONO POESIA!!!

Maria Teresa Manta

23 gennaio 2017