“SOLO” da Melancholy Collection Poetry -Rupe Mutevole: Trasfigurazioni Oubliette Magazine. com

Melancholy-Collection-Poetry

SOLO

Vorrei donarti la mia compagnia

stanco, solitario vecchio, che ti abbandoni

su quella panchina del parco ancora vuoto…

Ti sei destato all’alba, solo, come sempre solo,

ti sei guardato intorno in quel nulla di sempre,

fatto di silenzi, di stanze vuote.

Nulla che riportasse le voci e i canti, nella stanza

che fu genitrice di voci e di rumori

nel tuo lontano, trascorso tempo festoso.

Intorno a te solo silenzio e il nulla del vuoto.

Pigramente e a fatica hai bevuto il tuo latte

misto all’orzo,

pesantemente hai portato le tue gambe in giardino,

stancamente hai gettato il tuo corpo sulla fredda

panchina, fredda come freddo è il tuo tempo

e il tuo silenzio, come fredda è la mano che tendi

e che nessuno prende.

Maria Teresa Manta

Annunci

One thought on ““SOLO” da Melancholy Collection Poetry -Rupe Mutevole: Trasfigurazioni Oubliette Magazine. com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...